I giardini botanici in Liguria

I giardini botanici in Liguria

I giardini della regione Liguria abbracciano tutto l’arco della regione, ne troviamo di bellissimi in tutte e quattro le province liguri. Siamo a vostra disposizione per inserirli nella programmazione del vostro viaggio in Liguria.

Alcuni sono famosi da sempre e molto conosciuti, altri racchiusi come una perla dentro il proprio scrigno e rivelano la loro spettacolarità a chi avrà la pazienza e la curiosità di andarli a scoprire e a godere appieno della loro meraviglia. I giardini liguri trovandosi in una terra dal clima mite tutto l’anno, abbracciati dal mare, hanno la caratteristica di potersi permettere, fra le varietà botaniche che ospitano, molte piante tropicali e sub-tropicali che non potrebbero vivere in altre parti d’Italia o d’Europa. La stagione migliore per le fioriture è certamente la primavera ma durante tutto l’anno si possono ammirare piante di ogni genere ed in molti giardini fanno da cornice alla flora molte fontane, statue, elementi d’arredo d’epoca che rendono i luoghi ancora più suggestivi. Molti sono anche i giardini a picco sul mare che offrono attraverso le fronde degli arbusti favolosi scorci del Mar Ligure.

Giardini Botanici Hanbury (Ventimiglia)
In località La Mortola sorge uno dei più famosi giardini botanici d’acclimatazione del mondo, creato a partire dal 1867dai fratelli inglesi Thomas e Daniel Hanbury che acquistarono la proprietà dalla famiglia Orengo.
Il luogo dove è collocato è già di per sé fantastico, aggrappato alla costa regala scorci di mare azzurro incredibili, ma nella meraviglia del luogo si inseriscono i percorsi tematici : il Giardino Giapponese, la foresta Australiana, il giardino dei Profumi, le rose, le piante grasse, il viale delle Cicas, il settore Aloe ed Agavi per tuffarsi poi nella piana Agrumi e piante da frutto tropicali.

Giardino Esotico Pallanca (Bordighera)
Il Giardino Esotico Pallanca sorge all’ingresso della città di Bordighera, un luogo costellato da più di tremiladuecento piante di diverse varietà, tra cui una importantissima collezione di cactus, una delle più prezione in Italia.
Il suggestivo giardino appare come un pendio roccioso ripido a strapiombo sul mare, una vecchia mulattiera segna il cammino che alterna le tipiche fasce liguri, ovvero i terrazzamenti fatti con i muretti a secco, il tutto accompagnato da deliziose varietà esotiche che impreziosiscono il lineare ed essenziale paesaggio della costa ligure.

Giardino Villa Ormond (Sanremo)
Lo splendore del parco che circonda Villa Ormond, a Sanremo, si deve all’inventiva ed alla passione per i giardini di un ricco commerciante di tabacco originario della Svizzera: Michel-Louis Ormond.
Il parco diviso in due parti, sopra e sotto la strada, offre particolari angoli di grande interesse botanico come il palmetum comprendente oltre settanta specie di palme provenienti da tutti i continenti, il bosco dei cedri, il parco dei Ficus e l’oliveto.
I Giardini accolgono al loro interno anche un’area dedicata al giardino Giapponese, in onore della città del Sol Levante Atami, gemellata con Sanremo.

Giardino Villa Nobel (Sanremo)
Il Giardino di Villa Nobel a Sanremo circonda la villa dove Alfred Nobel visse in serenità gli ultimi anni della sua vita fino alla morte avvenuta nel 1896.
In questo luogo che il grande scienziato definiva “Mio Nido” si possono ammirare palme lussureggianti che coprono un terreno di circa 6099.10 mq, accompagnate da fiori, varietà di arbusti e rare piante esotiche.
La Villa ed il Parco sono oggi proprietà della Provincia di Imperia che ne ha curato il restauro e ne ha fatto un polo museale e congressuale.

Giardino Villa Grock (Imperia)
La Villa ed il Giardino nascono nel 1927 su idea di Adrien Wettach, meglio noto come Grock, il clown più famoso di tutti i secoli, due creazioni fantasiose e strabilianti che si ergono sulle colline di Imperia Oneglia con una stupenda vista sul mare.
Il Parco ospita stranezze architettoniche, meraviglie botaniche ed installazioni idrauliche d’avanguardia per l’epoca.
Il tutto richiama la pazzia e la magia che si respirano al circo e Grock li ha riportati magistralmente nella sua dimora e nel parco che la circonda.

Provincia di Savona

Giardino di Villa Faraggiana (Albissola Marina)
Il Giardino di Villa Faraggiana circonda un’elegante villa del Settecento, esprime tutta la maestosità e la ricchezza di un esteso parco dell’epoca.
Fanno da cornice a piante e a fiori le antiche statue, delicati parterre e vasti pergolati.

Eremo del Deserto, Parco Botanico (Varazze)
L’Eremo del Deserto è un convento dei padri Carmelitani risalente al XVII secolo.
Il Convento è circondato da un percorso botanico di circa due chilometri e mezzo che si snoda ad anello ed ha un’importante valenza naturalistica.
La pecularità di questo percorso è la coesistenza in un unico luogo di piante tipiche della macchia mediterranea e di arbusti propri dei boschi montani.
Nel folto della vegetazione è possibile imbattersi altresì in sette “romitori”, ovvero le cappelle dove i frati trascorrevano periodi di penitenza e stretto isolamento.

Provincia di Genova

Parchi di Nervi (Genova)
I Parchi di Nervi comprendono le aree che circondano le ville Serra, Groppallo e Grimaldi, nel complesso sono l’area verde di maggiore estensione del capoluogo ligure.
Creati nell’Ottocento come semplici giardini sono divenuti nel tempo un lussureggiante parco urbano attraversato da viali ed impreziosito da prati.
Fra le note che lo caratterizzano importante il roseto, fra i più suggestivi al mondo, comprendente oltre quattrocento varietà di rose antiche, oltre a questo si possono ammirare centinaia di specie botaniche della flora mediterranea ed imponenti arbusti centenari.

Parco di Villa Durazzo Pallavicini -Pegli (Genova)
Un parco unico in tutta Genova che abbina un percorso fra natura, teatro ed architettura, progettato nella prima metà dell’Ottocento da Michele Canzio, scenografo del Teatro Carlo Felice.
Molte le peculiarità di questo giardino botanico come la collezione di camelie, i gazebi delle rose, il giardino di Flora….e mille altri luoghi tematici improntati sulla traccia narrativa teatrale che si fonda con la natura.
All’interno del parco si può altresì visitare il Museo Archeologico Ligure.

Giardino Botanico Clelia Durazzo Grimaldi (Genova)
Il Giardino si trova nel quartiere genovese di Pegli vicino alla Villa Durazzo Pallavicini, venne creato nel 1794 su volere di Clelia Durazzo moglie di Giuseppe Grimaldi, grande appassionata e studiosa di botanica diede in quegli anni un forte impulso allo studio scientifico delle piante.
Il Giardino propone collezioni di piante di inestimabile valore, al suo interno vi sono tre settori nei quali sono divise le piante: le piante succulente (cactus), le piante carnivore e le orchidee tropicali.

Parco del Palazzo del Principe (Genova)
Il Palazzo del Principe è una grandiosa e ricca dimora voluta da Andrea Doria nel XVI secolo, il giardino monumentale che la circonda può essere ben definito uno dei più importanti della Liguria.
Recentemente tutto il parco è stato restaurato, oltre alle piante che lo impreziosiscono esso conserva varie sculture fra cui la statua del Nettuno dell’artista Taddeo Carlone.

La Cervara Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino(S.Margherita L.)
Il Giardino in questione nasce come hortus dell’Abbazia benedettina di San Girolamo al Monte, una splendida dimora che si affaccia a picco sul mare di Portofino.
Molte le rarità botaniche in esso custodite, le più importanti sono un albero del pepe di oltre un secolo ed un glicine viola che conta parecchi secoli.

Giardino Botanico Montano Pratorondanino (Campo Ligure)
Un Giardino Botanico definito come “Museo del verde”, un parco di recente creazione che ospita al suo interno tipologie di arbusti provenienti da tre differenti habitat di flora di montagna.
Sono ospitate in questo giardino botanico molte piante di estrema rarità ed anche alcune varietà in via di estinzione.

Provincia di La Spezia

Orto Botanico di Montemarcello (Ameglia)
L’Orto Botanico di Montemarcello si trova nel Parco regionale di Montemarcello Magra (300 m. slm), si trovano in esso i tipici ambienti della vegetazione Mediterranea. L’Orto Botanico è attivo dal 1999 ed è inserito nel Sistema Ligure dei centri per l’Educazione Ambientale.

Villa Marigola (San Terenzo – Lerici)
Il parco di Villa Marigola venne progettato e costruito a partire dal 1926, segue la struttura di un tipico Giardino all’Italiana e racchiude in sé vari stili di differenti epoche, dal Settecento fino ad arrivare ai periodi romantico e liberty. Una delle caratteristiche principali di questo luogo è la meravigliosa vista sul Golfo di Lerici che esso regala. La Villa, nel corso dei secoli, fu proprietà e ospitò illustri personaggi fra cui il poeta inglese Shelley.